top of page

I bandi pubblicati nella presente pagina (i quali sono meno della metà di quelli presenti in ambito europeo e nazionale) non sono da considerare esaustivi o sufficienti al fine di adottare decisioni, né possono altresì essere sostitutivi della consulenza professionale

AdobeStock_521914956.jpeg

OPEN CALL 6G-BRICKS: INFRASTRUTTURE DI TESTBED PER CONVALIDARE TECNOLOGIE RIVOLUZIONARIE CLOUD-TO-DEVICE

Beneficiari

Possono richiedere il contributo le micro, piccole e medie imprese agro-meccaniche e le micro, piccole e medie imprese agricole e le loro cooperative ed associazioni, così come definite all’allegato I del Regolamento (UE) 2022/2472.

Interventi ammissibili

Le proposte possono riguardare le seguenti tematiche, ma non solo:

 

  • Soluzioni Digital Twins per l'emulazione della RAN

  • Funzioni NWDAF e framework O-RAN ML

  • Sperimentazione xApp

  • RIS e altri dispositivi sotto forma di IF O-RAN

  • Moduli di ragionamento causale e di rilevamento delle anomalie guidati da XAI per il 6G-BRICKS Orchestrator.

  • Piattaforme di computing IoT Edge per espandere il continuum di calcolo 6G-BRICKS.

  • Tecnologie di comunicazione e rilevamento congiunte

  • Algoritmi di beamforming digitale e/o algoritmi di sincronizzazione convalidati su insiemi di dati offline di forme d'onda 5g e dati di motion capture raccolti presso la KUL.

  • Espansione delle capacità di sperimentazione della struttura 6G-BRICKS e di ulteriori topic di interesse per la comunità.

Contributi

Il bando prevede di erogare una somma forfettaria massima di 120.000 € per progetto, per un massimo di 60.000 € per soggetto beneficiario.

Si fa presente che uno stanziamento dedicato di almeno il 30% del bilancio totale è stato destinato specificamente al sostegno delle piccole e medie imprese (PMI).

Domande

Fino al 22/03/2024

AdobeStock_135707665.jpeg

BANDO EUROSTARS 3 COD 6: INVITO TRANSNAZIONALE CONGIUNTO A PRESENTARE PROPOSTE

Eurostars fa parte del Partenariato europeo per le PMI innovative, il quale è cofinanziato dall'Unione Europea attraverso Horizon Europe. Eurostars è uno strumento di finanziamento che sostiene le PMI innovative e i partner di progetto (grandi aziende, università, organizzazioni di ricerca e altri tipi di organizzazioni) finanziando progetti collaborativi internazionali di Ricerca e Sviluppo (R&S) e Innovazione. Partecipando, le organizzazioni possono accedere a finanziamenti pubblici per progetti collaborativi internazionali di R&S in tutti i settori.


Beneficiari

Sono soggetti ammissibili agli interventi le Piccole e Medie Imprese. Sono altresì ammissibili, purché in partenariato con uno dei soggetti di cui sopra:

• Università;

• Enti di ricerca, pubblici e privati, purché da atto costitutivo e/o statuto (ovvero documentazione equivalente) risulti che gli stessi svolgano principalmente attività di ricerca;

• Organismi di ricerca;

• Grandi imprese.

Interventi ammissibili

Sono ammesse al finanziamento le seguenti tipologie di intervento:

• Interventi di ricerca industriale;

• Interventi di sviluppo sperimentale.

Attenzione! Nell’ambito di ogni progetto le attività di ricerca industriale devono essere preponderanti rispetto a quelle di sviluppo sperimentale. Il progetto deve avere un focus esclusivo su applicazioni civili.

La particolarità delle azioni finanziate da questo bando sta nel fatto che i partner devono in autonomia:

• Definire l’idea di progetto;

• Collaborare a livello internazionale, condividendo le competenze;

• Sviluppare prodotti, processi o servizi che possono essere facilmente commercializzati.

La proposta progettuale può avere una durata fino ad un massimo di 36 mesi.



Domande

Fino al 14/03/2024.

394418677_360871716281383_7523259702891962731_n.jpg

FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RILEVANZA NAZIONALE DEL TERZO SETTORE

L’Avviso sostiene attività di interesse generale ed è finalizzato al sostegno finanziario a progetti e iniziative di rilevanza nazionale per la realizzazione delle attività di interesse generale che concorrano al perseguimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.


Beneficiari

Le iniziative e i progetti devono essere promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni del Terzo settore, iscritte nel RUNTS, singolarmente o in partenariato tra loro. E’ possibile anche attraverso la rete associativa, purché iscritte nell’apposita sezione del Registro unico nazionale del Terzo settore.

Interventi ammissibili

Le iniziative e i progetti dovranno prevedere lo svolgimento di attività di interesse generale in almeno 10 Regioni (in questo contesto le Province autonome di Trento e Bolzano sono equiparate alle Regioni).

Tali attività potranno consistere sia nello svolgimento di attività progettuali sia nello svolgimento di programmi di ordinaria attività statutaria degli enti.


Contributo

Finanziamento ministeriale all’80% del costo totale dell’iniziativa, in ogni caso compreso tra la cifra minimale di €250.000 e la cifra massimale di € 600.000.



Domande

Fino al 30/11/2023.

AdobeStock_457216479.jpeg

FONDO PER IL SOSTEGNO ALLA TRANSIZIONE INDUSTRIALE

Bando europeo per favorire l’adeguamento e la lotta ai cambiamenti climatici.


Beneficiari

Le agevolazioni sono concesse a imprese, di qualsiasi dimensione e operanti sull’intero territorio nazionale, che, alla data di presentazione della domanda devono:

  • essere regolarmente costituite, iscritte e «attive» nel registro delle imprese;

  • operare in via prevalente nei settori estrattivo e manifatturiero di cui alle sezioni B e C della classificazione delle attività economiche ATECO 2007;

  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;

  • non essere già in difficoltà al 31 dicembre 2019;

  • non rientrare tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;

  • aver restituito somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;

  • essere in regola con le disposizioni vigenti in materia obblighi contributivi.

  • non trovarsi in una delle situazioni di esclusione previste dall’art. 5, comma 2, del DM 21 ottobre 2022.

Interventi ammissibili

I programmi di investimento devono perseguire almeno una delle seguenti finalità:

  • una maggiore efficienza energetica nell’esecuzione dell’attività d’impresa nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dall’articolo 38 del GBER.

  • un cambiamento fondamentale del processo produttivo oggetto di intervento, nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dagli articoli 14 e 17 del Regolamento GBER.

  • un uso efficiente delle risorse, attraverso una riduzione dell’utilizzo delle stesse anche tramite il riuso, il riciclo o il recupero di materie prime.

  • l’uso di materie prime riciclate nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dall’articolo 47 del GBER.

  • un cambiamento fondamentale del processo produttivo oggetto di intervento, nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dagli articoli 14 e 17 del Regolamento GBER.


Contributo

Agevolazioni a fondo perduto pari al 30% delle spese ammissibili per progetti di investimento compresi fra € 3.000.000 e € 20.000.000.



Domande

Fino al 12/12/2023.

AdobeStock_215661946.jpeg

PROGETTO SURE 5.0 – PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE PER PMI

SURE 5.0 è un progetto finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del programma Horizon Europe per supportare le PMI dei settori della mobilità, dei trasporti, dell'automotive, dell'aerospazio, della difesa e dell'elettronica a integrare nei propri processi produttivi tre principi chiave dell'Industria 5.0.


Beneficiari

Le aziende che possono essere considerate fornitori di servizi possono essere selezionate se:

  • Hanno una produzione hardware (anche se offerta alla fine come servizio);
  • Il focus della domanda è sulla fase di produzione e non sui servizi offerti;
  • Il supporto SURE5.0 sarà limitato alla loro fase di produzione.

Interventi ammissibili

Il Programma di Accelerazione 2 è organizzato in due fasi con un approccio a imbuto:
 

  • Fase 1:

Assess & Recommend, da dicembre 2023 a luglio 2024, con la partecipazione di 83 PMI. Durante questa Fase le PMI riceveranno una valutazione individuale fornita dai membri del consorzio per coprire l'intero spettro della trasformazione dell'Industria 5.0, compresa l'adozione di tecnologie avanzate, la sostenibilità, l'innovazione sociale e le questioni commerciali. I membri del consorzio forniranno inoltre servizi su misura per le PMI, volti a facilitare la comprensione e l'assimilazione dell'Industria 5.0 nella loro azienda.

  • Fase 2:

Business Transformation & Resilience, da maggio 2024 ad aprile 2025 con la partecipazione di almeno 36 PMI che hanno completato la Fase 1. Questa seconda Fase prevede la presentazione di domande che consistono in un piano di transizione verso l'Industria 5.0 per rendere i processi produttivi più sostenibili, incentrati sull'uomo e resilienti nelle organizzazioni dei candidati. Saranno forniti servizi di consulenza per la realizzazione del piano di transizione con l'utilizzo di tecnologie avanzate per l'industria (ATI) mediante valutazioni tecnologiche individuali e/o verifiche di proof-of-concept.


Contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 1.800.000 Euro;
Contributo per impresa (Fase 2): 50.000 Euro;
Un minimo del 60% del contributo deve essere utilizzato per acquisire servizi da fornitori di servizi.



Domande

Fino al 31/07/2023.

AdobeStock_400603520.jpeg

INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA

Bando SISMEST per erogare contributi a sostegno dei danni diretti subiti dalle imprese esportatrici nei territori colpiti dagli eventi climatici.


Beneficiari

Possono far richiesta le PMI e MidCap che hanno subito subito danni materiali a seguito dell’evento alluvionale di maggio 2023 come accertato da perizia asseverata redatta da perito iscritto ad Albo/Ordine/Collegio professionale e che abbiano:

  1. Depositato almeno un bilancio.

  2. Fatturato export pari ad almeno il 10% come rilevato da Dichiarazione IVA 2023 (o, ove non ancora presentata in virtù di proroghe sui termini di presentazione, Dichiarazione IVA 2022).


Contributo
  • Fino a 30.000.000 Euro per le micro e piccole imprese;

  • Fino a 180.000.000 Euro per le PMI;

  • Fino a 90.000.000 Euro per le MidCap.

L’importo massimo del contributo è riconosciuto:

  • per gli attivi non coperti da polizza assicurativa, fino all’80% del valore dei Danni certificati nella Perizia Asseverata;

  • per gli attivi/coperti da polizza assicurativa, fino al 100% del valore dei Danni certificati nella Perizia Asseverata non rientranti nelle coperture della polizza assicurativa (c.d. franchigia/scoperto o quota non assicurata), come disciplinato ai sensi della polizza assicurativa.

In ogni caso il limite massimo non potrà superare € 1.500.000.



Domande

Dal 26/06/2023.

AdobeStock_107234589.jpeg

SISMET - CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER L’INDENNIZZO DEI DANNI MATERIALI DIRETTI SUBITI DALLE IMPRESE ESPORTATRICI LOCALIZZATE NEI TERRITORI COLPITI DAGLI EVENTI ALLUVIONALI

Bando SISMEST per erogare contributi a sostegno dei danni diretti subiti dalle imprese esportatrici nei territori colpiti dagli eventi climatici.


Beneficiari

Possono far richiesta le PMI e MidCap che hanno subito subito danni materiali a seguito dell’evento alluvionale di maggio 2023 come accertato da perizia asseverata redatta da perito iscritto ad Albo/Ordine/Collegio professionale e che abbiano:

  1. Depositato almeno un bilancio.

  2. Fatturato export pari ad almeno il 10% come rilevato da Dichiarazione IVA 2023 (o, ove non ancora presentata in virtù di proroghe sui termini di presentazione, Dichiarazione IVA 2022).


Contributo
  • Fino a 30.000.000 Euro per le micro e piccole imprese;

  • Fino a 180.000.000 Euro per le PMI;

  • Fino a 90.000.000 Euro per le MidCap.

L’importo massimo del contributo è riconosciuto:

  • per gli attivi non coperti da polizza assicurativa, fino all’80% del valore dei Danni certificati nella Perizia Asseverata;

  • per gli attivi/coperti da polizza assicurativa, fino al 100% del valore dei Danni certificati nella Perizia Asseverata non rientranti nelle coperture della polizza assicurativa (c.d. franchigia/scoperto o quota non assicurata), come disciplinato ai sensi della polizza assicurativa.

In ogni caso il limite massimo non potrà superare € 1.500.000.



Domande

Dal 26/06/2023.

AdobeStock_247958939.jpeg

CNF - BANDO PER PROGETTI INNOVATIVI IN AREE MARINE PROTETTE E GLI ENTI PARCO

Pubblicato il bando da 10.000.000 € per il finanziamento di progetti innovativi dedicato agli enti parco e alle aree marine protette a cura del CNR, nell’ambito delle azioni del National Biodiversity Future Center (NBFC) e dello spoke 8 finalizzato all’Open Innovation & Development of KET.

Beneficiari

  1. “Aree protette”: come definite dallo schema aggiornato relativo al VI Elenco ufficiale delle aree protette, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 3, comma 4, lettera c), della legge 6 dicembre 1994, n. 394 e dall’articolo 7, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

  2. Aree del territorio italiano facenti parte della RETE NATURA 2000, istituite ai sensi della direttiva 92/43/CEE “Habitat”, costituita dai Siti di Interesse Comunitario (SIC), identificati dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, che vengono successivamente designati quali Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 2009/147/CE "Uccelli" concernente la conservazione degli uccelli selvatici.


 
Attività finanziabili

Il contributo che sarà erogato dal Soggetto Esecutore avrà un importo minimo di 10.000 € ed un massimo di 200.000 € per ogni progetto.



Domande

Dal 03/05/2023.

AdobeStock_478474889.jpeg

IFIM - INVESTIMENTI INNOVATIVI PER START-UP FEMMINILI DEI COMUNI MONTANI
Il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie intende promuovere delle politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata, concedendo delle agevolazioni sostenere i programmi di investimento delle start up innovative femminili ubicate nei comuni montani.

Beneficiari
Start up innovative che hanno come oggetto sociale esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico ed essere costituite prevalentemente da donne in forma di società di capitali, anche cooperative, le cui quote del capitale sociale siano detenut
e in maggioranza da donne.

 
Attività finanziabili

L’ente intende finanziare programmi d’investimento finalizzati:

  • allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o

  • alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca.

I programmi devono essere realizzati entro 18 mesi.

Il tetto massimale del contributo è fissato a 70.000 €.



Domande

Fino al 20/07/2023.

AdobeStock_339689410.jpeg

 

A4W – SOSTEGNO PER LE STARTUP E PER L’IMPRENDITORIA FEMMINILE
Angels4Women intende promuovere e divulgare l’attività di angel investing, supportando l’imprenditorialità al femminile.

Beneficiari
Possono partecipare solo le imprese start-up aventi le seguenti caratteristiche:

   • Legalmente costituite;
   • Con una governance al femminile in grado di influenzare in modo determinante le scelte strategiche della società;
   • Un team di gestione con esperienza nel proprio settore;
   • Un modello di business scalabile;
   • Un’opportunità che possa essere accelerata con il supporto dei nostri investitori;
   • Una strategia di uscita plausibile entro 5-7 anni.
     
Attività finanziabili
L’Associazione si prefigge di favorire la valutazione di progetti imprenditoriali di aziende che si trovano nella fase iniziale della loro attività, e/o che presentino un alto potenziale di crescita e/o siano caratterizzate da un alto tasso di innovatività, nonché la condivisione di esperienze imprenditoriali.
Le proposte dovranno rispettare i requisiti di:

   • Fattibilità tecnica e sostenibilità economica;
   • Qualità e competenze del team;
   • Scalabilità/replicabilità.

I finanziamenti andranno dalla cifra minimale di € 100.000 fino ad un massimale di €500.000.

Domande
L’A4W si riunirà in incontri plenari quattro volte l’anno, durante i quali le startup hanno la possibilità di presentare davanti alle socie dell'Associazione il proprio progetto.
AdobeStock_475190177.jpeg

 

ROCHE PER LA RICERCA 2023 (VII EDIZIONE): BANDO DI
FINANZIAMENTO PER LA RICERCA INDIPENDENTE
Il bando “Roche per la Ricerca 2023” intende sostenere la ricerca scientifica indipendente portata
avanti dai giovani ricercatori under 40 attraverso il finanziamento di progetti orientati alla
medicina di precisione in ambiti della salute dove esiste ancora un ampio margine di
miglioramento delle terapie.
Beneficiari

Possono presentare domanda organizzazioni pubbliche o private che operano nel settore della ricerca medico scientifica (ad esempio ospedali e strutture ospedaliere universitarie, IRCCS pubblici o privati), purché siano enti giuridici e abbiano sede operativa in Italia.

 

Interventi ammissibili

Sono ammessi a partecipare al bando progetti di ricerca su argomenti che rientrano nelle seguenti aree:

• Oncologia

• Ematologia Oncologica

• Neuroscienze

• Coagulopatie Ereditarie

• Oftalmologia

I progetti devono essere realizzati in 12 mesi.

Finanziamenti

Dotazione finanziaria complessiva: 400.000 € Verranno finanziati 8 progetti del valore di 50.000 € ciascuno.

Domande

A sportello

EFFICIENZA ENERGETICA ED ENERGIE RINNOVABILI NELLE IMPRESE

Beneficiari

Possono presentare domanda gli enti, pubblici o privati, dotati di personalità giuridica e stabiliti nei seguenti Paesi:

  • Stati membri dell'UE (compresi i Paesi e territori d'oltremare (PTOM)

  • Paesi non UE: Paesi SEE elencati e i Paesi associati al SMP o i Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l'accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti).

I richiedenti devono necessariamente essere membri della Enterprise Europe Network 2022-2025 con una convenzione di sovvenzione in corso firmata con l'EISMEA.

Interventi ammissibili

  • La preparazione di bandi aperti e trasparenti per selezionare le PMI beneficiarie del sostegno finanziario diretto;

  • La selezione delle PMI che riceveranno un supporto diretto sotto forma di sostegno finanziario a terzi;

  • La fornitura di servizi di accompagnamento legati all'efficienza energetica attraverso i consulenti per la sostenibilità di EEN nella regione dei beneficiari, che si aggiungono ai servizi forniti nell'ambito della sovvenzione della rete EEN.

  • Supporto per l'accesso a fonti di finanziamento complementari per gli investimenti in efficienza energetica, sia private che pubbliche a livello europeo, nazionale o locale;

  • La fornitura di servizi aggiuntivi che possono essere considerati appropriati e complementari ai servizi già elencati sopra. Garantire un forte legame operativo con i membri della rete Enterprise Europe Network (in particolare i consulenti per la sostenibilità) e il loro coinvolgimento, ad esempio attraverso un comitato consultivo di organizzazioni EEN e/o altre metodologie indicate dal richiedente.

Finanziamenti

Dotazione finanziaria complessiva: 10.000.000 € di cui:

1) almeno il 90% dei costi ammissibili deve essere dedicato al sostegno finanziario diretto alle PMI;

2) fino al 10% dei costi ammissibili può essere destinato ai costi operativi e amministrativi del consorzio necessari per l'attuazione dell'azione (compresa la raccolta dei dati per la valutazione d'impatto basata su RCT).

Contributo massimo: 10.000.000 €.

Domande

Fino al 31/05/2023.

 

NUOVA SABATINI GREEN
Beneficiari

Micro Piccole e Medie Imprese regolarmente costituite ed aventi sede in territorio italiano.

Per le aziende straniere è necessaria almeno una unità locale in Italia.

 

Interventi ammissibili

Il bando prevede aiuti per l'acquisto o il leasing di beni strumentali (nuovi di fabbrica) per realizzare programmi di investimento. In particolare i beni dovranno rispettare l'autonomia funzionale e la correlazione con l'attività produttiva svolta dall'impresa, pertanto non sarà ammesso il finanziamento di singoli componenti o parti di macchinari. In aggiunta, i beni devono essere ubicati presso l’unità locale in cui è realizzato il suddetto programma d’investimento.

Per inrventi ammissibili la Nuova Sabatini considererà anche i software e le tecnologie digitali, con maggiorazione del contributo per l'industria 4.0.

Finanziamenti

I finanziamenti non potranno avere durata superiore a 5 anni e dovranno essere compresi tra € 20.000 ed € 4.000.000.

Le agevolazioni consistono in un contributo pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di 5 anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso annuo pari al:

  • 2,75% per gli investimenti ordinari;
  • 3,575% per gli investimenti in tecnologie, Industria 4.0;
  • 3,575%  per gli investimenti green (per domande presentate dal 1° gennaio 2023).

Domande

A sportello

FONDO DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL CONFLITTO RUSSO-UCRAINO

Fondo istituito per mitigare effetti pregiudizievoli derivanti dalla crisi russo-ucraina, quali:
  • rilevanti perdite di fatturato;
  • interruzione di contratti e progetti esistenti;
  • crisi nelle catene di approvvigionamento.

Beneficiari

  • PMI con sede legale e operativa nel territorio italiano, regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle imprese;

  • PMI che non siano in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie.

Interventi ammissibili

Il bando prevede aiuti per le Piccole e Medie Imprese (PMI) che:

  • abbiano realizzato negli ultimi due anni operazioni di vendita di beni o servizi, ivi compreso l’approvvigionamento di materie prime e semilavorati, con l’Ucraina, la Federazione russa e la Repubblica di Bielorussia, pari almeno al 20% del fatturato aziendale totale;
  • abbiano sostenuto un costo di acquisto medio per materie prime e semilavorati nel corso dell’ultimo trimestre antecedente al 18 maggio 2022, data di entrata in vigore del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50, incrementato almeno del 30% rispetto al costo di acquisto medio del corrispondente periodo dell’anno 2019 oppure, per le imprese costituite dal 1° gennaio 2020, rispetto al costo di acquisto medio del corrispondente periodo dell’anno 2021;
  • abbiano subito nel corso del trimestre antecedente al 18 maggio 2022, data di entrata in vigore del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50, un calo di fatturato di almeno il 30% rispetto all’analogo periodo del 2019.

Finanziamenti

Contributi a fondo perduto proporzionati in base alla differenza tra i ricavi del primo trimestre 2022 e il primo trimestre 2019, in particolare:

  • 60% per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 non superiori a € 5.000.000;
  • 40% per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 superiori a € 5.000.000 Euro e fino a € 50.000.000.

Per le imprese costituite dal 1° gennaio 2020, il periodo di imposta di riferimento è quello relativo all’anno 2021.

Domande

Fino al 30/11/2022.

SEZIONE SPECIALE TURISMO -

FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

In attuazione del decreto-legge n. 152/2021, come previsto dal PNRR, misura M1C3.4 (Turismo 4.0), investimento 4.2 – Fondi integrati per la competitività delle imprese turistiche.


Beneficiari

  • Imprese alberghiere;
  • Strutture che svolgono attività agrituristica;
  • Strutture ricettive all'aria aperta;
  • Imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici;
  • I giovani fino a 35 anni di età che intendono avviare un'attività nel settore turistico.


Interventi ammissibili

  1. Interventi di riqualificazione energetica e innovazione digitale, nel rispetto del principio di “non inquinare significativamente”, di cui alla comunicazione alla Commissione europea 2021/C58/01;
  2. Interventi per assicurare la continuità aziendale delle imprese del settore turistico e garantire il fabbisogno di liquidità e gli investimenti del settore stesso.
  3. Operazioni di rinegoziazione del debito del soggetto beneficiario, a condizione che:
  • il nuovo finanziamento preveda l'erogazione al medesimo soggetto beneficiario di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 25% dell'importo del debito accordato in essere del finanziamento oggetto di rinegoziazione;
  • il rilascio della garanzia sia idoneo a determinare un minor costo o una maggior durata del finanziamento rispetto a quello oggetto di rinegoziazione.


Finanziamenti

Garanzia concessa a titolo gratuito;

Importo massimo per singola impresa fino € 5.000.000;

Percentuale garanzia diretta fino al 70% dell'ammontare;

Percentuale di copertura riassicurazione: 80% dell'importo garantito dai confidi o da altro fondo.


Domande

A sportello.

CALL FOR IDEAS & START-UP - "FORTI INSIEME II"

Beneficiari

Persone giuridiche con sede legale/operativa in Italia riunite in team di progetto di almeno 2 persone e che abbiano interesse ad avviare un’iniziativa imprenditoriale o che abbiano una startup già costituita.


Interventi ammissibili

Progetti di business innovativi, prodotto e/o tecnologia e/o processo e/o business model, che abbiano obiettivi misurabili, scalabili a livello nazionale/internazionale con l’ambizione di poter crescere esponenzialmente e in tempi rapidi.

Il progetto deve essere finanziariamente sostenibile e deve poter generare valore economico elevato e misurabile impatto sociale. In particolare, verranno valutati positivamente tutti i progetti legati ai temi come:

  • Inclusione e Riduzione Disuguaglianze Sociali;
  • Accesso Equo e Inclusivo alla Formazione;
  • Lavoro e Sviluppo Economico Sostenibile del Singolo Individuo;
  • Salute e Benessere di tutti e a tutte le età.


Finanziamenti

Contributo massimo per progetto: € 75.000.


Domande

Fino al 16/01/2023.

FINANZIAMENTI PER IL RINNOVO/ADEGUAMENTO DEL PARCO VEICOLI

Beneficiari

Imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, attualmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale (R.E.N.), e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, la cui attività prevalente sia quella di autotrasporto di cose, che intendano procedere con il processo di adeguamento del parco veicolare in senso maggiormente eco sostenibile, valorizzando l’eliminazione dal mercato dei veicoli più obsoleti.


Tipologia di investimenti

Saranno ammissibili iniziative d’investimento comprese nelle seguenti tipologie di intervento:

  • Tipologia 1: Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi commerciali nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (full electric), nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica.
  • Tipologia 2: Rottamazione di automezzi commerciali di massa complessiva pari o superiore a 3,5 tonnellate, con contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi commerciali nuovi di fabbrica, conformi alla normativa Euro VI di massa complessiva a partire da 3,5 tonnellate comprese, ai sensi di quanto previsto dal decreto, nonché Euro 6-D Final ai sensi di quanto previsto dal bando con contestuale rottamazione di veicoli della medesima tipologia.
  • Tipologia 3: Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica adibiti al trasporto combinato ferroviario. In aggiunta rimorchi e semirimorchi dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO per il trasporto combinato marittimo. In ultimo sono incentivate, altresì, le acquisizioni di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP, rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale.

Finanziamenti

L'intensità dell'aiuto sarà proporzionata sulla base dalla tipologia di veicolo nuovo di fabbrica acquistato.

Domande

Fino al 16/11/2022.

BREVETTI +

Beneficiari

Possono presentare la domanda tutte le PMI (anche Start-up) italiane con sede in territorio nazionale, che soddisfino almeno una delle seguenti condizioni:

  • titolari di un brevetto per invenzione industriale concesso successivamente al 01/01/2019;
  • titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata dopo l'01/01/20 con esito “non negativo”;
  • titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata successivamente al 01/01/2020, con esito “non negativo”.

Finanziamenti

Tetto massimale di contributo a fondo perduto:140.000 €;

Quota di co-finanziamento, fino all'80% della spesa ammissibile. La quota di co-finanziamento può essere elevata al 100% per imprese contitolari – con un Ente Pubblico di Ricerca (Università, Enti di Ricerca e IRCCS) – della domanda di brevetto o di brevetto rilasciato.


Domande

Dalle ore 12:00 del 24/09/2022.

NEXT APPENNINO - INVESTIMENTI DI GRANDE DIMENSIONE​

ll Bando prevede la realizzazione di investimenti per i 183 Comuni di Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria compresi nei due “crateri” del 2009 e del 2016, area di inestimabili beni storici, artistici, culturali e di bellezze naturali straordinarie, in particolare:

  • programmi di sviluppo industriale;
  • programmi di sviluppo per la tutela ambientale;
  • programmi di sviluppo di attività turistiche e culturali.

Beneficiari

Possono partecipare al bando le imprese di qualsiasi dimensione, anche ricorrendo allo strumento del Contratto di Rete.


Tipologia di investimenti

  • suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • opere murarie e assimilate;
  • infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari, impianti e attrezzature varie;
  • programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate;
  • consulenze (per le sole PMI).

Finanziamenti

L’importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili degli investimenti non deve essere inferiore a 20.000.000 €, ovvero non meno di 7.500.000 € per attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e per i programmi di sviluppo di attività turistiche.


Domande

Fino al 30/09/2022.

PROGETTI DI RICERCA PER LA TRANSIZIONE ECOLOGICA - BANDO MISE

Intervento per progetti coerenti con il Green New Deal italiano per la decarbonizzazione dell’economia, l'economia circolare, la riduzione dell’uso della plastica, la rigenerazione urbana, il turismo sostenibile e l'adattamento e la mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dal cambiamento climatico.

Beneficiari

Tutte le imprese con sede in Italia, purchè industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca.


Tipologia di investimenti

Le attività devono essere finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.

Gli investimenti per l’industrializzazione, che sono ammessi esclusivamente per le PMI, devono avere un elevato contenuto di innovazione e sostenibilità.


Finanziamenti

I candidati potranno richiedere per ogni progetto un contributo compreso fra 3.000.000 € e 40.000.000 €.


Domande

A sportello.

SVILUPPO NEL CAMPO DEGLI AUTOBUS ELETTRICI - BANDO INVITALIA

Bando in linea con la M2C2I5.3 del P.N.R.R., finalizzato alla rivoluzione verde e alla digitalizzazione degli autobus e dei veicoli elettrici.


Beneficiari

Tutte le imprese con sede in Italia, purchè sane ed in regola con gli obblighi contributivi (DURC).


Tipologia di investimenti

  1. ottimizzazione dei sistemi di trazione elettrica;

  2. produzione di sistemi di alimentazione elettrici e digitali;

  3. produzione di nuove tecnologie applicate al trasporto pubblico;

  4. standardizzazione e industrializzazione dei sistemi di rifornimento e di ricarica;

  5. sensori e sistemi digitali per la guida assistita, per la sicurezza, compresi i componenti per il monitoraggio continuo e la manutenzione predittiva.

Finanziamenti

Misto tra contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato fino al 75% delle spese ammissibili. In ogni caso il progetto totale di investimento dovrà essere compreso tra 1 e 20 milioni di €.


Domande

A sportello.

RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE DI CRISI INDUSTRIALI - BANDO MISE

Bando pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico per richiedere i finanziamenti finalizzati al rilancio delle attività industriali, alla salvaguardia dei livelli occupazionali, al sostegno dei programmi di investimento e allo sviluppo imprenditoriale delle aree colpite da crisi industriale e di settore.


Beneficiari

Società di capitali in regime di contabilità ordinaria e non classificate come imprese "in difficoltà".


Tipologia di investimenti

  1. programmi di investimento produttivo;
  2. programmi di investimento per la tutela ambientale;
  3. progetti per l’innovazione di processo (fino al 40% degli investimenti ammissibili);
  4. progetti per l’innovazione dell’organizzazione (fino al 40% degli investimenti ammissibili);
  5. progetti per la formazione del personale (fino al 20% degli investimenti ammissibili);
  6. progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, a condizione che i punti 1. e  2. prevedano un progetto di spesa maggiore di 5 mln di €.

Finanziamenti

  • Finanziamento agevolato (massimo di 10 anni);
  • Contributo in conto impianti;
  • Contributo alla spesa.

Il totale dei tre finanziamenti non potrà coprire oltre il 75% delle spese ammissibili.


Domande

A sportello.

BANDO MISE - BLOCKCHAIN E ARTIFICIAL INTELLIGENCE

Bando